Palazzo Braschi


Lunga e travagliata la storia di questo palazzo, demolito nel 1791 per volere di Papa Pio VI e su committenza del principe Luigi Braschi Onesti fu eretto un nuovo edificio. Privato di molte delle sue opere durante la rivoluzione francese divenne poi sede del partito fascista per poi finire abbandonato alla fine della guerra. Occupato da sbandati che ne danneggiarono i molti affreschi, nel 1952 divenne sede del museo di Roma. Chiuso nuovamente per danneggiamento nel 1987 ha riaperto parzialmente nel 2000 e nel 2010. È regolarmente aperto e sede di importanti mostre dal 2017.

Occupa al momento la mostra dei giocattoli antichi fino a gennaio 2021.

Interno del palazzo
Veduta verso piazza Navona dal terzo piano del palazzo
Scorcio romano dal palazzo
Categories: Luoghi da visitareTags:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: